Questa madre ha perso suo figlio, perché ha commesso un errore su Facebook. Fate sempre molta attenzione!

Loading...

Molto spesso degli sconosciuti, inviano richieste di amicizia, perché attratti dalle belle foto pubblicate sui profili e spesso si finisce per accettare per lo stesso motivo.
Ma su Facebook, in molti, condividono anche le foto dei propri figli. Genitori giustamente orgogliosi, desiderano condividerle con gli amici. Spesso nelle fotografie, si possono però notare i loghi delle scuole frequentate, le uniformi previste e altre notizie che possono ricondurli a loro. Pubblicarle e’ un atto innocente, ma può avere conseguenze drammatiche!
Sono numerosi i casi dove questi sconosciuti, ingenuamente accettati tra gli amici, salvano le foto dei bambini e le pubblicano su un catalogo on-line visionato da centinaia di uomini in tutto il mondo.
Sotto le foto scrivono testi di questo tipo:
“Giovane bambina brasiliana. Meno di sei anni. Solo 5000€ vero e proprio affare”.
Aver pubblicato foto dei bambini con molti dettagli, ha dato ai trafficanti, tutte le informazioni necessarie per arrivare fino loro, fino agli ingressi delle loro scuole.

loading...

Il dramma avviene quando, settimane dopo, si cercheranno i propri figli a scuola e non si troveranno da nessuna parte.

Il bambino può esser stato venduto a un pedofilo ed è in viaggio verso un altro Paese, spaventato e in lacrime, senza che i genitori ne abbiano più notizia.

Morale della storia: mai accettare completi sconosciuti su Facebook. E’ preferibile avere un amico in meno, che dover passare attraverso questo incubo.

E, soprattutto, mai pubblicare fotografie dei propri figli

Loading...